Autore

Pubblicità

Feedback

Apprezziamo i tuoi Feedback!

Export this page as pdf

Al cappero piace soffrire

ISBN: 9788860925725

Giovanna Iorio sperimenta l'haiku con lo spirito di uno chef disposto a realizzare un piatto elaborato, avvalendosi solo di prodotti locali freschi.

Altri dettagli


5,00 € IVA compresa

Programma FedeltàNessun punto fedeltà per questo prodotto.


 

L’haiku è una forma metrica che nell’ultimo secolo
sembra aver completato il suo percorso di riproducibilità
globale (così come molti secoli addietro fu per il
sonetto, adesso metro imprescindibile per i poeti di
letterature disparate). Giovanna Iorio sperimenta
questa pratica compositiva con lo spirito di uno chef
disposto a realizzare un piatto elaborato, avvalendosi
solo di prodotti locali freschi.
L’haiku, più che una forma poetica, è una pratica.
L’autore di haiku in genere è un circense molto atletico:
tutte le sere deve essere in grado di compiere un
esercizio ginnico con precisione olimpica, deve saltare
da un trapezio all’altro, anche se non c’è la rete. Scrivere
un haiku può essere rischioso. Il compito più difficile
è mantenere l’equilibrio in mezzo al vuoto.
Dalla prefazione di Marco Simonelli
Giovanna Iorio vive a Roma. Le sue raccolte di poesia sono: La
memoria dellʼacqua (Ghaleb Editore); Il libro degli oggetti smarriti
in La forza delle parole (Fara Editore); Mare Nostrum (CFR); Inchiostro
(Delta 3 Edizioni). Scrive racconti per Storiebrevi.it (Feltrinelli)
ed è autrice di radiodrammi per Radio Rai 3 (Il Cantiere).
Collabora con Finzioni Magazine e ha un blog personale: Amici di
Letture e di Leggerezza (http://amicidiletture.blogspot.it).

L’haiku è una forma metrica che nell’ultimo secolo sembra aver completato il suo percorso di riproducibilità globale (così come molti secoli addietro fu per il sonetto, adesso metro imprescindibile per i poeti di letterature disparate). Giovanna Iorio sperimenta questa pratica compositiva con lo spirito di uno chef disposto a realizzare un piatto elaborato, avvalendosi solo di prodotti locali freschi. L’haiku, più che una forma poetica, è una pratica. L’autore di haiku in genere è un circense molto atletico: tutte le sere deve essere in grado di compiere un esercizio ginnico con precisione olimpica, deve saltare da un trapezio all’altro, anche se non c’è la rete. Scrivere un haiku può essere rischioso. Il compito più difficile è mantenere l’equilibrio in mezzo al vuoto.

 

Giovanna Iorio vive a Roma. Le sue raccolte di poesia sono: La memoria dellʼacqua (Ghaleb Editore); Il libro degli oggetti smarriti in La forza delle parole (Fara Editore); Mare Nostrum (CFR); Inchiostro (Delta 3 Edizioni). Scrive racconti per Storiebrevi.it (Feltrinelli) ed è autrice di radiodrammi per Radio Rai 3 (Il Cantiere). Collabora con Finzioni Magazine e ha un blog personale: Amici di Letture e di Leggerezza (http://amicidiletture.blogspot.it).

 

Nessun commento da parte dei clienti in questo momento.

Only registered users can post a new comment.


Pubblica con noi invia l'intera opera in formato cartaceo, con i tuoi recapiti. Dopo circa 2 mesi riceverai una nostra comunicazione motivata da commenti e consigli in merito al tuo scritto.

Indirizzo
Casella Postale 746
00144 Roma Eur

Distributori
Italia
Libri Diffusi - 02 22476225
ordini@libridiffusi.com

Libro Co. Italia srl - 055 8229414 
libroco@libroco.it

Carrello  

(vuoto)
paypal