Autore

Nuovi Prodotti

Al momento non ci sono nuovi prodotti

Pubblicità

Feedback

Apprezziamo i tuoi Feedback!

Export this page as pdf

Il barone del tennis

ISBN: 9788833560168

Un affresco intrigante della fragilità degli uomini e delle ipocrisie della politica sullo sfondo fascinoso del tempo in cui il tennis era fatto di “gesti bianchi” e cavalleria, e a giocarlo erano atleti passati nella leggenda

Altri dettagli


12,00 € IVA compresa

Programma FedeltàAcquistando questo prodotto è possibile raccogliere fino a 1 punto fedeltà. Il vostro carrello sarà totale 1 punto può essere convertita in un buono di 0,50 €.


 

Il racconto della discesa agli inferi del Barone von
Cramm, uno dei più forti e ammirati tennisti degli Anni
Trenta: dai fasti della vita dorata nei circoli e negli hotel
più belli d’Europa al carcere e ai lavori forzati a cui i
nazisti - dopo aver a lungo finto di non vedere un’omosessualità
mal dissimulata ma notoria - lo condannarono
per non aver vinto la Coppa Davis alla fine di una
delle più belle partite della storia.
Un affresco intrigante della fragilità degli uomini e delle
ipocrisie della politica sullo sfondo fascinoso del tempo in
cui il tennis era fatto di “gesti bianchi” e cavalleria, e a
giocarlo erano atleti passati nella leggenda. Anche se già
da allora era noto, per dirla con Adriano Panatta, che a
inventarlo era stato il Diavolo...
(Stefano Marroni)
Piero Marchiani è nato a Roma nel 1958. Laureato in Scienze Politiche,
buon seconda categoria di tennis, maestro federale, direttore tecnico, è
stato dirigente federale, presidente dei maestri ed allenatori italiani negli
anni ’90. Docente a contratto, dal 2000 al 2010, presso l’Università di
Cassino, facoltà di Scienze Motorie, titolare dell’insegnamento del
“Tennis”.
Grande appassionato di storia, di sport e di tennis è alla sua prima pubblicazione.

Il racconto della discesa agli inferi del Barone von Cramm, uno dei più forti e ammirati tennisti degli Anni Trenta: dai fasti della vita dorata nei circoli e negli hotel più belli d’Europa al carcere e ai lavori forzati a cui i nazisti - dopo aver a lungo finto di non vedere un’omosessualità mal dissimulata ma notoria - lo condannarono per non aver vinto la Coppa Davis alla fine di una delle più belle partite della storia. Un affresco intrigante della fragilità degli uomini e delle ipocrisie della politica sullo sfondo fascinoso del tempo in cui il tennis era fatto di “gesti bianchi” e cavalleria, e a giocarlo erano atleti passati nella leggenda. Anche se già da allora era noto, per dirla con Adriano Panatta, che a inventarlo era stato il Diavolo...

(Stefano Marroni)

 

L'autore

Piero Marchiani è nato a Roma nel 1958. Laureato in Scienze Politiche, buon seconda categoria di tennis, maestro federale, direttore tecnico, è stato dirigente federale, presidente dei maestri ed allenatori italiani negli anni ’90. Docente a contratto, dal 2000 al 2010, presso l’Università di Cassino, facoltà di Scienze Motorie, titolare dell’insegnamento del “Tennis”. Grande appassionato di storia, di sport e di tennis è alla sua prima pubblicazione.

 

Nessun commento da parte dei clienti in questo momento.

Only registered users can post a new comment.


Pubblica con noi invia l'intera opera in formato cartaceo, con i tuoi recapiti. Dopo circa 2 mesi riceverai una nostra comunicazione motivata da commenti e consigli in merito al tuo scritto.

Indirizzo
Casella Postale 746
00144 Roma Eur

Distributori
Italia
Libri Diffusi - 02 22476225
ordini@libridiffusi.com

Libro Co. Italia srl - 055 8229414 
libroco@libroco.it

Carrello  

(vuoto)
paypal