Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Ok
Dimmi

I nostri autori

A cura di Lamberto Picconi Armando Zopolo Luciana Coèn Lorenzo Poggi autori vari Isabella Coluzzi Enrico Meloni Rodolfo Falzone Emiliano Foltran Angela Carlini Danilo Patanè Giovanni Gaspari Marco Iacovelli Mario Tonini Bossi Paolo Cordaro Corrado Giuliano Giovanni Ruccia AA VV Giuseppe Messina Pietro Maria Sabella Franco Seguiti Daniele Brancati Emanuela Paolini Umberto Marotta Edith Dzieduszycka Anna Rosa Balducci Vitina Maioriello Maria Leonida Alberto Arnaudo Cristiano Altieri Cristiano Lucidi Giacomo Caruso Antonio Scatamacchia Giuseppe Orrù Alessandro Senzameno Ludovico Fulci Agostino De Zordo Raffaele Sivolella Silvana Palazzo A cura di Vittorio Pavoncello Anna Maria Baratto Stefano Mura Alessandra Verducci Stefania Ilari Flavia Novelli Gabriella Pizzala Carlo Micalone Sarita Massai Mario M. Gabriele Umberto Mondini Massimo Tirinelli Vincenzo De Angelis Davide Cortese Teodoro Lorenzo Renzo Gorini Paolo Cataldo Adriano Marenco Vittorio Rombolà Alessandra Cotoloni Antonella Antonelli A cura di Maria Letizia Avato Glauco Saba Roberto Benatti Mariabruna Antonucci AA. VV. Mario Giacomozzi Silvana Vacatello Beatrice Mezzone Antonello Loreto Laura Pezzola Barbara Berengo Laura Bucciarelli Giorgio Linguaglossa Luciana Capece Walter Cundari Vittorio Pavoncello Francesca Dono Filippo Passeri Tina Emiliani Edoardo Firpo Francesco Dettori Francesca Lo Bue Pierpaolo Palladino Valter Casagrande Antonietta Francesca Giambuzzi David Lombardo Carmine Davide Delle Donne Daniela Iodice Andrea Guglielmino Anna Carla Cocco Luigia Bimbi Sergio Camellini Giorgio Fabretti Massimo Miccoli Lidia Are Caverni

SCENA MUTA collana teatrale, drammaturgia contemporanea

Scena muta

SCENA MUTA collana teatrale, drammaturgia contemporanea diretta da Adriano Marenco

Subcategories

Filtri attivi

  • La caccia, opera teatrale...
    • Nuovo
    genere

    La caccia, opera teatrale di Stefano D’Angelo

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €
    La caccia è un testo teatrale ambientato sul nostro pianeta, ma anche in questo scritto ricorre la citazione di un mondo sotterraneo, uno sfiatatoio, come costante nella scrittura di quel D’angelo che in altri testi evoca corridoi nel sottosuolo e misteriosi ambienti abbandonati da archeologia industriale. Spesso la minaccia viene dal sottosuolo, più che dal cielo che comunque nella scrittura dell’autore non è mai rassicurante, come del resto
    non è rassicurante quell’America armata, sempre pronta a giungere in soccorso.
  • Tutti al muro di Giovanni...
    • Nuovo
    genere

    Tutti al muro di Giovanni Martucci

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €
    Portare  la  Guerra  in  scena,  in  questo  caso  la  Grande Guerra col suo corteo di milioni di morti, di invalidi, di pazzi, colla diffusione esponenziale in tante case di foto, di defunti, figli, sposi, fratelli, padri a lanciare ingessati in dagherrotipi e divenuti Lari e Penati impotenti, è un’impresa proibitiva.
  • genere

    Cittofonare "Di Cèco"

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €
  • teatro

    Un sipario a cancelli - Le mille patrie di Carlo Levi

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €

    L’autore ha sentito tensione, ha previsto l’enorme ostacolo, come gli animali sentono un po’ prima il terremoto o l’arrivo del fuoco. Tornando indietro per dare un senso allo spazio vuoto, Carlo Levi, una volta smantellato il confino, si è reso conto che non c’era niente a cui ritornare, non c’erano strade da seguire o luoghi da raggiungere o gruppi con cui incamminarsi. Al confino intendono toglierti spazio e respiro, in modo che non si senta la voce, e non giunga parola. Dalla prefazione di Furio Colombo

     

  • teatro

    Medea in tredici volte a per diciassette volte b

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €

    Entrare nella scrittura di Medea in Tredici volte A per Diciassette volte B significa stare, per un tempo molto denso, all’interno di un labirinto di oscuri stupori. Non mi interessa, qui, spiegare affinità e divergenze tra la Medea di Damiana Guerra e la Medea di Euripide, Seneca, Grillparzer o Anouilh: lascio le analisi di letteratura comparata a chi ha più strumenti di me.

  • teatro

    Il tempo liquido

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €

    Francesca Staasch è nata a Roma nel 1973. Ha vissuto a Londra, a Parigi, a Berlino, per poi ristabilirsi a Roma nell’autunno del 2001. Ha frequentato la London Film School ed è stata residente alla Cité Internationale Des Arts a Parigi nel 2000. È autrice e regista di teatro e di audiovisivo. Nel 2013 esce il suo primo lungometraggio “Happy Days Motel”, una commedia nera super low budget prodotta da Raicinema, disponibile su dvd e online sulla piattaforma di Raicinema e su Raiplay. 

  • teatro

    Quattro paesaggi con figure

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €

    Atto di denuncia dei lager nazisti, l’opera di Ortoleva mette n luce non solo le atrocità dei campi di sterminio ma anche le responsabilità individuali di quel popolo tedesco che ha cercato di cancellare fin da subito le atrocità del nazismo. I protagonisti di Quattro paesaggi con figure sono i componenti di una “normale” famiglia di contadini che si prestano, spinti da un ricatto, a falsificare la realtà della storia; studiano, imparano per ingannare con precisione.

  • teatro

    La scelta di Turing

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €

    Alan Turing è stato una delle più brillanti menti matematiche del ’900. Nato a Londra nel 1912 contribuì in modo determinante alla vittoria inglese contro i nazisti decifrando il Codice Enigma, con cui i tedeschi criptavano le loro comunicazioni militari, attraverso la macchina “di Turing”. Proprio per questa sua incredibile invenzione – antenata dei moderni computer – è anche considerato uno dei padri dell’informatica.

  • teatro

    L'Annunciazione

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €

    Il testo si presenta in una duplice versione, dialetto napoletano (almeno parzialmente) e lingua italiana (a volte colta e a volte colloquiale). L’autore stesso chiarisce, in una breve introduzione, come la versione italiana non sia una pedissequa traduzione di quella napoletana, «perché contiene aggiunte, integrazioni e alcune “libertà” varie». Sulle differenze, pregi e difetti, delle due versioni parlerò più avanti, per adesso è necessaria una sinossi che restituisca sia la progettualità dell’autore, sia la ricchezza dei temi che il dramma coinvolge. 

  • teatro

    Aspettando il Zio | Atto Unico per 3 Attrici e un misterioso Zio

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €

    C’è un attore che negli anni sessanta infiamma le piazze con il teatro d’avanguardia, che nei settanta diventa una star ma continua ad impegnarsi politicamente e fare teatro nelle fabbriche e nelle università, fin quando gli consigliano di non rientrare in Italia da una trionfale tournée in Giappone nella primavera del 1979; c’è una regista che vive per il Teatro, questa volta tenta di mettere su uno spettacolo per partecipare ad un festival tutto al femminile, ma aperto anche agli uomini. Lei, l’attore famoso se lo ricorda molto bene… 

  • teatro

    UAI - FAI

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €

    Sin dal titolo, volutamente distorto, “Uai-fai” in luogo di “Wi-fi”, edal nome del monologante protagonista, Pagliaccio Oreste, si intuiscel’intenzione di affrontare in chiave sarcastica un argomentoserio e di scottante attualità. Ma lo sberleffo si esprime anche attraversol’uso frequente, sia pure in prosa, della rima baciata (“…cheun traliccio sia d’impiccio?…)

  • teatro

    Novantaquattro

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €
  • teatro

    SMACBETH

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €

    C’è un passo, nello Smacbeth di Barbara Amodio, rivelatore delgrumo psicologico da cui è nato, a mio avviso, l’impulso a generare questasua personalissima reinvenzione del testo forse più sconvolgentedel drammaturgo inglese: “Se non vuoi essere schiavo … di quel contortoe oscuro meccanismo che giostra i fili della tua vita …, il mondo lodevi dominare, ammaestrare e controllare … ingoiarlo, masticarlo e vomitarlo,rovesciarne le sembianze e assumerle … così, solo così, saraiun uomo, solo così, sarai un RE…”Quel Re, vale a dire quel personaggio.

  • teatro

    Doris every day e Pensare - Programma delicato

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €

    Doris every day e Pensare – programma delicato sono i due ideali tempi (consequenziali, come richiede la freccia del tempo) di un unico percorso umano e psicologico. La drammaturgia si adegua al vissuto della protagonista – delle due protagoniste, dovrei dire, ma, appunto, preferisco vederle svanire come doppio e ricomporsi, l’una nell’altra, in una indivisibile unità – e si contrappone, nei due testi, come lo zenit e il nadir individuati dal solitario punto di vista della donna al centro delle due narrazioni, che è anche il solitario punto di vista della drammaturga, che è anche e sempre il solitario punto di vista dell’artista.

  • teatro

    Randagio

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €

    Questo monologo parla, senza essere invasivo, della voglia di fare a cazzotti con una realtà, quella stessa realtà che non vorremmo vedere, che releghiamo nei sobborghi delle periferie, nelle tendopoli degli immigrati, nei vagoni dismessi su tratte in disuso… ma esiste.Randagio è una parte di noi, che ci piaccia o no.

     

  • scena muta

    Nel giardino - Dramma in cinque atti

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €

    “Vedi? Quello è il cancello della tua casa e quell’uomo è tuo marito. Vedi? L’erba che hai appena calpestato, laggiù ci sono le tue orme. Nello spiazzo illuminato brilla una statua che pare di vetro. Di cosa è fatta?”

     

  • teatro

    Me Dea

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €

    Una rivisitazione tra classico e contemporaneo del mito.Ecco una Medea post e postuma (a se stessa), di inedita sostanzatragico spirituale, che si avvolge e avvampa di infelicità nelle spire di un buddhistico e/o nietzscheano ciclo di eterno ritorno, ascoltandonel proprio petto gli ultimi battiti del suo selvaggio e divino cuore antico,che si apre ad una estrema salvazione.

    Saggio introduttivo di Plinio Perilli

  • teatro

    Il Pellegrino

    0 Review(s) 
    Prezzo 5,00 €
    È un testo estremo. Formalmente estremo. Denso di memoria stilistica e storica al punto da far supporre legami forti con la tradizione, addirittura con la classicità. Questa sin troppo facile supposizione è però in gran parte un inganno.