Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Ok
Dimmi
  • Nuovo

Quello che resta - Lorenzo Poggi

12,00 €
Nessuna tassa
A fondamento della poetica di Poggi c’è, come è stato detto, l’antiretorica, evidenziata ancor più dal-l’ultima sezione della raccolta (“Le meraviglie del nostro tempo”). Uno spaccato senza veli delle contraddizioni e delle ingiustizie del tempo in cui ci capita di vivere. [...] Ma a ben vedere c’è soprattutto un problema di verità, perché quella di Poggi è una poesia che si interroga sulla verità, che induce a credere che esista comunque una verità.

 

Politica sulla privacy

 

Spedizioni

 

Condizioni di vendita

Il senso del giudizio, il sentimento della vita come giudizio è una caratteristica della poesia di Lo-renzo Poggi. C’è come uno spaccato di vita investito da una luce greve di apocalisse, sospeso come dentro l’occhio spietato di un giudice. [...] L’amore di verità che ispira il Nostro può essere accostato alla naturalezza di cui parla Luzi in “Na-turalezza del poeta”. La sua musa sobria e pudica ha come peculiare caratteristica la dirittura morale. [...] A fondamento della poetica di Poggi c’è, come è stato detto, l’antiretorica, evidenziata ancor più dal-l’ultima sezione della raccolta (“Le meraviglie del nostro tempo”). Uno spaccato senza veli delle contraddizioni e delle ingiustizie del tempo in cui ci capita di vivere. [...] Ma a ben vedere c’è soprattutto un problema di verità, perché quella di Poggi è una poesia che si interroga sulla verità, che induce a credere che esista comunque una verità.                                                             (Sabino Caronia)



L'autore
Lorenzo Poggi è un “giovane” poeta romano (ma tanto vecchio d’anni) esploso co-me un vulcano da troppo tempo dormiente. La lava dei suoi versi (oltre 2500 poesie) scorre ininterrottamente da dieci an-ni. È stato per oltre 20 anni capo redattore della “Guida delle Regioni d’Italia”, annuario d’informazioni anagrafiche sulle principali strutture regionali e statali in tre volumi e oltre 4000 pagine. Successiva-mente, per oltre 10 anni, è stato direttore responsabile della “Guida ai Governi locali”, un semestrale di aggiornamento sulle giunte e consigli di regioni, province e comuni. 
È tornato alla poesia, a cui si era dedicato in gioventù, nel 2010. Ha pubblicato Sassi sparsi (2010), Sussurri e grida (2011), Il cielo che aspetta (2011), La luna nel pozzo (2012), Mentre cammino (2012), Versi cor(ro)sivi (2015), Quel ragazzo che provava a volare (2016), Stretti sentieri (2017), Se questo è canto (2018), La nauseatudine (2019). Sue poesie sono presenti in molte antologie in formato sia elettronico sia cartaceo, ed è stato segnalato con premi speciali della giuria in diversi concorsi letterari.

Riferimenti Specifici

Opinioni

Scrivi la tua opinione

Quello che resta - Lorenzo Poggi

A fondamento della poetica di Poggi c’è, come è stato detto, l’antiretorica, evidenziata ancor più dal-l’ultima sezione della raccolta (“Le meraviglie del nostro tempo”). Uno spaccato senza veli delle contraddizioni e delle ingiustizie del tempo in cui ci capita di vivere. [...] Ma a ben vedere c’è soprattutto un problema di verità, perché quella di Poggi è una poesia che si interroga sulla verità, che induce a credere che esista comunque una verità.

Scrivi la tua opinione

16 altri prodotti della stessa categoria: