Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Ok

In una sera di novembre

0 Review(s) 
10,00 €
Nessuna tassa

Pagamenti sicuri al 100%
 

Politica sulla privacy

 

Spedizioni

 

Condizioni di vendita

Il pagamento in contrassegno è disponibile per i portatori di seguito indicati.

SDA

La nuova raccolta di poesie di Alessandro Bon compare sotto un duplice segno: da un lato i suoi testi sono intrisi di tenerezza, di affetto, sensibilità ed empatia nei confronti dei suoi simili, siano essi uomini, donne, fratelli, amici, vecchi o bambini, mentre dall'altro affiora la consapevolezza di dover ingaggiare una lotta feroce con la realtà, e soprattutto con se stesso, di dover combattere continuamente con un mostro che alberga dentro di lui. Già dal bellissimo titolo "In una sera di Novembre" che poi è anche quello della poesia che chiude la raccolta, vediamo manifestarsi questa duplice valenza esistenziale: Alessandro ci parla di una sera di Novembre, mese dalla bellezza struggente, intensa, tutta interiore, ci racconta il rosseggiare delle foglie di un viale alberato, di una pace silenziosa, che improvvisamente si trasforma in una fredda sera desolata e ventosa, in cui mulinano a terra mucchi di foglie secche ed inaridite. Il cambiamento improvviso travolge Alessandro che vive quest'esperienza, che è poi quella della vita, soffrendo, sperimentando su di se la bellezza ed il terrore delle sue luci e delle sue ombre. Già avevo avuto modo di conoscere Alessandro Bon attraverso la sua coraggiosa autobiografia "Abbiate fede...il domani sarà meraviglioso." in cui avevo potuto apprezzare la sua forza di autodenuncia, la sua determinazione nel sondare gli aspetti oscuri ed inesplorati dell'esistenza e lo ritrovo qui, nella sua parola poetica, in cui riaffiorano i grandi temi che accompagnano la sua ricerca. Di Alessandro mi commuove la delicatezza del suo animo, la sua vena più profonda e segreta che rivela una pervicace fedeltà alla vita, pur riconoscendone tutti i pesi, un attaccamento alla speranza nonostante il naufragio, una capacità di amare e di comprendere.

 

Biografia

 

Alessandro Bon nasce a Venezia il 30 luglio 1975, Inizia a scrivere per caso, nel 1995, per poi trasformare quest'arte in una valvola di sfogo.
Pur non dichiarandosi uno scrittore ha già pubblicato tre libri, avendo numerosi riscontri positivi da molti autori prestigiosi.
Nel 2005 pubblica il libro "Gocce d'acqua in un mare di petrolio", la sua prima raccolta poetica, in cui prevale il tema della sua depressione e del suo rapporto complesso con la fede e con l'amore.
In quell'anno, dopo una grave fase bipolare, scrive il suo secondo libro: "Abbiate fede... il domani sarà meraviglioso"; un'autobiografia coraggiosa in cui racconta la sua vita e l'esperienza della psicosi. Sempre in quel periodo scrive oltre cento poesie, e 5 anni dopo diverranno la sua terza opera: "In una sera di novembre".
Alessandro Bon nasce a Venezia il 30 luglio 1975, Inizia a scrivere per caso, nel 1995, per poi trasformare quest'arte in una valvola di sfogo. 
Pur non dichiarandosi uno scrittore ha già pubblicato tre libri, avendo numerosi riscontri positivi da molti autori prestigiosi.   Nel 2005 pubblica il libro "Gocce d'acqua in un mare di petrolio", la sua prima raccolta poetica, in cui prevale il tema della sua depressione e del suo rapporto complesso con la fede e con l'amore.  In quell'anno, dopo una grave fase bipolare, scrive il suo secondo libro: "Abbiate fede... il domani sarà meraviglioso"; un'autobiografia coraggiosa in cui racconta la sua vita e l'esperienza della psicosi. Sempre in quel periodo scrive oltre cento poesie, e 5 anni dopo diverranno la sua terza opera: "In una sera di novembre".

 

Alessandro Bon nasce a Venezia il 30 luglio 1975, Inizia a scrivere per caso, nel 1995, per poi trasformare quest'arte in una valvola di sfogo. Pur non dichiarandosi uno scrittore ha già pubblicato tre libri, avendo numerosi riscontri positivi da molti autori prestigiosi. Nel 2005 pubblica il libro "Gocce d'acqua in un mare di petrolio", la sua prima raccolta poetica, in cui prevale il tema della sua depressione e del suo rapporto complesso con la fede e con l'amore. In quell'anno, dopo una grave fase bipolare, scrive il suo secondo libro: "Abbiate fede... il domani sarà meraviglioso"; un'autobiografia coraggiosa in cui racconta la sua vita e l'esperienza della psicosi. Sempre in quel periodo scrive oltre cento poesie, e 5 anni dopo diverranno la sua terza opera: "In una sera di novembre". 

 

Riferimenti Specifici

Opinioni

Scrivi la tua opinione

In una sera di novembre

Scrivi la tua opinione

5 altri prodotti della stessa categoria: