Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Ok
Dimmi

Estate

6,00 €
Nessuna tassa

Nell’innocenza del verso libero della Votta ci sono immagini di luce e d’ombra, fatte di parole mai realmente cupe ma rivolte all’oscurità presente in ciascuno. Non si è mai pronti a dirsi la verità e gli oggetti prendono il posto delle parole, quando le sospensioni diventano solide, l’unico rifugio è la scrittura. Il tempo ci cambia, assorbe le nostre energie ma possiamo ritrovarci identici se sospendiamo il giudizio sul divenire. Marilena è ancora la bambina dai denti che sembrano caramelle e quell’infanzia se la porta dentro come principio luminoso, fotogramma sovraesposto in grado di iridare le zone buie. Una ricerca senza fine, quella dell’identità, che trova sostanza nell’inconscio.   Dalla prefazione di Ilaria Palomba 

 

 

Politica sulla privacy

 

Spedizioni

 

Condizioni di vendita

Nell’innocenza del verso libero della Votta ci sono immagini di luce e d’ombra, fatte di parole mai realmente cupe ma rivolte all’oscurità presente in ciascuno. Non si è mai pronti a dirsi la verità e gli oggetti prendono il posto delle parole, quando le sospensioni diventano solide, l’unico rifugio è la scrittura. Il tempo ci cambia, assorbe le nostre energie ma possiamo ritrovarci identici se sospendiamo il giudizio sul divenire. Marilena è ancora la bambina dai denti che sembrano caramelle e quell’infanzia se la porta dentro come principio luminoso, fotogramma sovraesposto in grado di iridare le zone buie. Una ricerca senza fine, quella dell’identità, che trova sostanza nell’inconscio. 

 Dalla prefazione di Ilaria Palomba

 

L'autrice

Marilena  Votta  nasce  a  Napoli il 22 agosto. Trascorre la sua infanzia e adolescenza in un luogo fatto di sole accecante ed ombre altrettanto tenaci da cui si difende immergendosi nei libri, innamorata della letteratura greca. Si laurea in Giurisprudenza, si abilita alla professione di Avvocato, e, venuta a vivere a Roma per lavoro, finalmente, si dedica alla sua passione per la scrit tura. Ha pubblicato due raccolte di racconti, “Equilibri sospesi” e “La ragazza di miele e altre storie”. Conduce una trasmissione radiofonica insieme a Massimo Supino, in una radio web, Radio Redhouse, dal titolo “Scusate se leggo”, che tratta, in maniera divertente e ironica, di libri e di persone che leggono e che scrivono. 

Riferimenti Specifici

Opinioni

Scrivi la tua opinione

Estate

Nell’innocenza del verso libero della Votta ci sono immagini di luce e d’ombra, fatte di parole mai realmente cupe ma rivolte all’oscurità presente in ciascuno. Non si è mai pronti a dirsi la verità e gli oggetti prendono il posto delle parole, quando le sospensioni diventano solide, l’unico rifugio è la scrittura. Il tempo ci cambia, assorbe le nostre energie ma possiamo ritrovarci identici se sospendiamo il giudizio sul divenire. Marilena è ancora la bambina dai denti che sembrano caramelle e quell’infanzia se la porta dentro come principio luminoso, fotogramma sovraesposto in grado di iridare le zone buie. Una ricerca senza fine, quella dell’identità, che trova sostanza nell’inconscio.   Dalla prefazione di Ilaria Palomba 

 

Scrivi la tua opinione

16 altri prodotti della stessa categoria: