Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Ok
Dimmi

Libro con dedica per Luchino Visconti - Dramma in due atti

12,00 €
Nessuna tassa

 

Politica sulla privacy

 

Spedizioni

 

Condizioni di vendita

Questo testo teatrale, pur essendo un’opera della mia fantasia che immagina Giorgio Albertazzi davanti al suo computer, mentre osserva la Colombaia, in realtà è ispirato al libro autobiografico “Il gioco della verità” di Maria Denis e a una delle lettere che Luchino le scrisse dal carcere di San Gregorio. Benché sia vero che Luchino e Maria, dopo la fine della guerra, non si sono mai più incontrati, è anche vero che, secondo la geniale intuizione di Cartesio (Se i sogni avessero la stessa ripetitività della vita reale, non ci sarebbe più alcuna differenza tra sogno e realtà), questo testo o, meglio, questo sogno, più verrà ripetuto e rappresentato sulle scene, più l’incontro tra Maria e Luchino diventerà reale e foriero di pace tra loro. In ultima analisi, credo che sia stato proprio questo il vero motivo che mi ha spinto a scriverlo e a... “estrarre la spada” dalla Colombaia. Anche perché, con questo mio lavoro, non ho voluto essere affatto un Maramaldo ma, tutt’al più, un Bruto.

 

L'autore

Carlo Sabatini nasce a Roma nel 1932, in una casa popolare del quartiere Monte Sacro, da dove può guardare meglio le ville che stanno più in alto. Attore di teatro, cinema, televisione e doppiatore. Diplomato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, Silvio D’Amico. Ha lavorato con Luchino Visconti in Boccaccio ’70 (episodio “Il lavoro”) e in teatro ne La monaca di Monza di Giovanni Testori. Ha dato la voce ad Alain Delon nel personaggio di Tancredi ne Il Gattopardo, sempre di Luchino Visconti. Ha lavorato in teatro con Lilla Brignone e Gianni Santuccio, con Anna Proclemer e Giorgio Albertazzi, Valeria Valeri ed Enrico Maria Salerno, Stefano Satta Flores e Paola Tedesco, nonché Salvo Randone e Gianrico Tedeschi. In In memoria di una signora amica di Giuseppe Patroni Griffi, anche con Pupella Maggio e Giancarlo Giannini. Ed è meglio fermarsi qui per non tediare troppo chi legge!

 

Carlo Sabatini nasce a Roma nel 1932, in una casa popolare del quartiere Monte Sacro, da dove può guardare meglio le ville che stanno più in alto. Attore di teatro, cinema, televisione e doppiatore. Diplomato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, Silvio D’Amico. Ha lavorato con Luchino Visconti in Boccaccio ’70 (episodio “Il lavoro”) e in teatro ne La monaca di Monza di Giovanni Testori. Ha dato la voce ad Alain Delon nel personaggio di Tancredi ne Il Gattopardo, sempre di Luchino Visconti. Ha lavorato in teatro con Lilla Brignone e Gianni Santuccio, con Anna Proclemer e Giorgio Albertazzi, Valeria Valeri ed Enrico Maria Salerno, Stefano Satta Flores e Paola Tedesco, nonché Salvo Randone e Gianrico Tedeschi. In In memoria di una signora amica di Giuseppe Patroni Griffi, anche con Pupella Maggio e Giancarlo Giannini. Ed è meglio fermarsi qui per non tediare troppo chi legge!

 

 

Riferimenti Specifici

Opinioni

Scrivi la tua opinione

Libro con dedica per Luchino Visconti - Dramma in due atti

Scrivi la tua opinione

16 altri prodotti della stessa categoria: