Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Ok

Vedo meglio quando chiudo gli occhi

0 Review(s) 

Il poeta Różewicz fa venire in mente un albero che si secca, perché la terra su cui cresce è sterile, priva di linfa, di minerali essenziali, di valori. È una poesia che risveglia incessantemente le coscienze, perché la coscienza inquieta determina la ricerca della verità, e la ricerca della verità porta alla ricerca del bello

12,00 €
Nessuna tassa

100% secure payments
 

Politica sulla privacy

 

Spedizioni

 

Condizioni di vendita

Il poeta Różewicz  fa venire in mente un albero che si secca, perché la terra su cui cresce è sterile, priva di linfa, di minerali essenziali, di valori. È una poesia che risveglia incessantemente le coscienze, perché la coscienza inquieta determina la ricerca della verità, e la ricerca della verità porta alla ricerca del bello. È una poesia che parla di una lenta morte della cultura e dell’arte dopo la guerra e la tragedia di Auschwitz. L’atteggiamento di Ró?ewicz è quello di un attento testimone e osservatore della sua epoca e della personalità depressa e sconvolta dell’uomo della metà e della fine del XX secolo, chevive al cospetto dello sgomento esistenziale, con le paure provocate dal passato, dal presente e dal futuro. 

 

L'autore

Tadeusz Różewicz  è nato a Radomsko nel 1921. Le sue prime poesie risalgono al 1938. Le devasta-zioni  della  guerra  lo  segnaronoprofondamente,  come  risulta  evidente  nella  raccolta Niepokój(Inquietudine).  Con il  passare degli anni, la sua ricerca poetica siè  orientata  verso  le  tematichesociali  e  verso  i  problemi  delmondo contemporaneo. Dal 1960si è dedicato anche alla dramma-turgia,  dimostrando  una  grandecapacità  di  innovazione  stilistica. È morto nel 2014 a Breslavia.

Riferimenti Specifici

Opinioni

Scrivi la tua opinione

Vedo meglio quando chiudo gli occhi

Il poeta Różewicz fa venire in mente un albero che si secca, perché la terra su cui cresce è sterile, priva di linfa, di minerali essenziali, di valori. È una poesia che risveglia incessantemente le coscienze, perché la coscienza inquieta determina la ricerca della verità, e la ricerca della verità porta alla ricerca del bello

Scrivi la tua opinione

16 altri prodotti della stessa categoria: