Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Ok
  • Nuovo

finding beauty - Michelangelo Bellani

0 Review(s) 
La ragione non può che raccontare la fede in maniera dislessica: è quel dis attitudinale, quell’inciampo nelle possibilità relazionali a rendere autentica la fame a spingerci oltre. A credere che qualcosa possa essere detto diversamente affinché incastri l’articolazione, la interrompa in una stasi proficua per poi innescare un movimento imprevisto, un flusso ragionante in maniera sragionata.
5,00 €
Nessuna tassa

100% secure payments
 

Politica sulla privacy

 

Spedizioni

 

Condizioni di vendita

Quando si discute attorno al concetto di fede, le idee si dispiegano lentamente e le parole, composte e accorte nell’espressione, tendono a delimitare da principio una sorta di autonomia di pensiero, quasi avessero percezione dell’ardire della contingenza, e si richiamassero alla cautela. Il ragionare si articola in un susseguirsi di credo ipotetici, e ipotizzabili, soprattutto se poi a contrapporsi vi è uno slancio spirituale e un appiglio materialistico. Pesanti si sostengono le tesi, s’alzano le spinte antitetiche e vorticano le inclinazioni umorali…

Bisognerebbe avere il lόgos di un clown per parlare di fede.

L'autore
Michelangelo Bellani, autore, regista e attore. Si laurea in Filosofia all’Università di Perugia con una tesi su Pier Paolo Pasolini e Guy Debord. Nel 1997 fonda – con Marianna Masciolini e un manipolo di amici – la compagnia giovanile dell’Olt, residente presso il Teatro Subasio di Spello (Pg) di cui per un biennio cura la direzione artistica. Ha lavorato come aiuto-regista, attore e regista in documentari, cortometraggi e film. Ha pubblicato i saggi L’estetica della presenza e La carne dell’io o la scrittura dell’invisibile in Davar, a cura di Anna Giannatiempo Quinzio, Edizione Diabasis. È stato co-fondatore della compagnia La società dello spettacolo attiva dal 2007 al 2018. Il documentario Sòccantare di cui è co-autore e regista riceve il Premio Umbria in celluloide PerSo Film Festival 2015. Nel triennio 2015-2017 è stato co-curatore della rassegna internazionale Performing Santa Caterina nell’ambito dei progetti di residenza teatrale istituiti dal MiBACT ed è stato co-curatore artistico del Festival L’altra Mente dedicato al disagio mentale. A partire dal monologo Gianni (Premio Scenario per Ustica 2015, vincitore In-Box 2016, Premio Museo Cervi- Teatro per la Memoria 2017) ha dato vita a un progetto artistico con l’attrice e autrice Caroline Baglioni con la quale ha realizzato la Trilogia dei legami.


ISBN 9788833562759

Riferimenti Specifici

Opinioni

Scrivi la tua opinione

finding beauty - Michelangelo Bellani

La ragione non può che raccontare la fede in maniera dislessica: è quel dis attitudinale, quell’inciampo nelle possibilità relazionali a rendere autentica la fame a spingerci oltre. A credere che qualcosa possa essere detto diversamente affinché incastri l’articolazione, la interrompa in una stasi proficua per poi innescare un movimento imprevisto, un flusso ragionante in maniera sragionata.

Scrivi la tua opinione

16 altri prodotti della stessa categoria: