Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Ok

Da grande voglio colorare

0 Review(s) 
12,00 €
Nessuna tassa

100% pagamenti sicuri
 

Politica sulla privacy

 

Spedizioni

 

Condizioni di vendita

Il pagamento in contrassegno è disponibile per i portatori di seguito indicati.

SDA

Il libro

La storia di Soletto inizia come quella di ogni bambino, con una bella sculacciata per farlo piangere proprio appena nato. Così inevitabilmente quel primo ricordo sarà risvegliato in lui ogni volta che sentirà riaffiorare le lacrime. Ma che “benvenuto” viene dato ad ogni bambino! Soletto non può fare a meno di cercare un’alternativa ed il suo animo, vivace e puro, come può essere solo quello dei bambini, trova nella risata la giusta soluzione.

 

L'autore

Giuliano Cuccurullo è nato a Nocera Inferiore nel 1972. Lavora come copywriter a Roma. Non ha vinto premi Nobel, Pulitzer, Oscar; non ha compiuto atti eroici; non è famoso; non appare in televisione malgrado non sappia fare niente e non era sul Titanic; altrimenti non avrebbe potuto scrivere un breve racconto pubblicato in una raccolta e il suo primo libro: questo. Quando finisce, esce a comprare il latte.

 

Incipit

Soletto aveva appena finito di asciugarsi le lacrime con lo stesso fazzoletto di stoffa blu con il quale si era appena soffiato il suo nasino, così piccolo e così rosso. Non era la prima volta che piangeva e sapeva benissimo che non sarebbe stata neanche l’ultima. Aveva imparato da subito come si piange. Appena la sua mamma lo mise al mondo, il dottore che l’aveva assistita subito lo sculacciò perché “i bambini appena nascono devono piangere, è buon segno quando piangono…” Certo che Soletto non poteva ricordarsi quelle parole, ma di sicuro non le aveva dimenticate del tutto... erano nascoste da qualche parte dentro di lui.

Riferimenti Specifici

Opinioni

Scrivi la tua opinione

Da grande voglio colorare

Scrivi la tua opinione

10 altri prodotti della stessa categoria: