Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Ok

Due giornate di maggio

0 Review(s) 
12,00 €
Nessuna tassa

100% secure payments
 

Politica sulla privacy

 

Spedizioni

 

Condizioni di vendita

 

Un autobus di linea subisce un guasto ed è costretto a fermarsi, in attesa dei soccorsi. Durante la sosta, prendono vita - attraverso una narrazione che talvolta fa sorridere e talvolta commuove - le microstorie dei passeggeri che popolano il mezzo pubblico. All’arrivo di un altro autobus che li traghetterà di nuovo nel caos quotidiano, la loro vita riprenderà a scorrere con nuovi presupposti e alcuni, com’è stato durante quella sosta forzata, cominceranno a guardare con maggiore indulgenza il vicino di posto, l’“altro”.  
    (Dalla prefazione di Massimo Tirinelli)
Carlo Terriaca vive a Roma, in pensione (nel senso di quiescenza, non di albergo), dopo aver lavorato nel settore bancario. Ha diverse passioni: i libri di storia, Caravaggio e Van Gogh, i Beatles e la musica classica, il canto corale e i broccoletti napoletani, i viaggi, i gatti e le passeggiate in montagna. è sposato con Paola, che ha incontrato su una spiaggia durante uno dei “favolosi” anni sessanta, e ha due figli, Daniele e Luca. Quando gliene viene la voglia, scrive. Con Edizioni Progetto Cultura ha pubblicato la raccolta di racconti  Poche storie (2009).

 

Un autobus di linea subisce un guasto ed è costretto a fermarsi, in attesa dei soccorsi. Durante la sosta, prendono vita - attraverso una narrazione che talvolta fa sorridere e talvolta commuove - le microstorie dei passeggeri che popolano il mezzo pubblico. All’arrivo di un altro autobus che li traghetterà di nuovo nel caos quotidiano, la loro vita riprenderà a scorrere con nuovi presupposti e alcuni, com’è stato durante quella sosta forzata, cominceranno a guardare con maggiore indulgenza il vicino di posto, l’“altro”.  

(Dalla prefazione di Massimo Tirinelli)

 

 

L'autore

Carlo Terriaca vive a Roma, in pensione (nel senso di quiescenza, non di albergo), dopo aver lavorato nel settore bancario. Ha diverse passioni: i libri di storia, Caravaggio e Van Gogh, i Beatles e la musica classica, il canto corale e i broccoletti napoletani, i viaggi, i gatti e le passeggiate in montagna. è sposato con Paola, che ha incontrato su una spiaggia durante uno dei “favolosi” anni sessanta, e ha due figli, Daniele e Luca. Quando gliene viene la voglia, scrive. Con Edizioni Progetto Cultura ha pubblicato la raccolta di racconti  Poche storie (2009).

 

 

Riferimenti Specifici

Opinioni

Scrivi la tua opinione

Due giornate di maggio

Scrivi la tua opinione

16 altri prodotti della stessa categoria: