Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Ok

La maglietta rossa si è strappata

0 Review(s) 

Il poeta russo Valerij Zemskich ha alle spalle una carriera poetica più che trentennale.Di libro in libro parla con sempre maggior sicurezza e precisione, sempre più su piani diversi.La forma poetica preferita è il verso libero. Sono testi ermetici, forse secchi, basati su un monologo interiore.È un verso col suo ritmo, particolare per ogni singola poesia. 

6,00 €
Nessuna tassa

100% secure payments
 

Politica sulla privacy

 

Spedizioni

 

Condizioni di vendita

Valerij Zemskich ha alle spalle unacarriera poetica più che trentennale.Di libro in libro parla con sempremaggior sicurezza e precisione, semprepiù su piani diversi.La forma poetica preferita è il versolibero. Sono testi ermetici, forsesecchi, basati su un monologo interiore.È un verso col suo ritmo, particolareper ogni singola poesia. È un poeta poco chiacchierone: neisuoi versi c’è l’essenziale: cose uniche,singolari, anche se appaiono consuetee poco interessanti.È un poeta esigente verso se stesso:avrebbe potuto pubblicare centinaia dipagine, ma sa selezionare i propritesti.Ironico, paradossale, aforistico: treparole per definire un poeta.

 

L'autore

Valerij Zemskich è nato nel 1947 a Volchov, cittadinanei pressi di Leningrado/San Pietroburgo.Dopo la laurea in fisica, ha lavorato come programmistanelle centrali nucleari, quindi hasvolto vari lavori: custode, redattore...Attualmente vive a San Pietroburgo. Ha cominciatoa pubblicare a metà degli anni Ottanta; èentrato a far parte del gruppo “Nast” (“StudioNon ufficiale d’Autore”). Ha collaborato con leriviste del samizdat (“Sintagma”, “Sumerki”,“Topka”). Nel 1991 è uscita la sua prima raccoltaNevernyj ugol [L’angolo incerto]. Tra i suoivolumi di poesie: Strastnaja nedelja [Settimanasanta] (1993), Poslekni¸ie [Il dopo libri](1996), Bezmol’vnoe ?tenie karakatic [Letturasilenziosa dei calamari] (1999), KnigA [LibrO](2001), Ka¸etsja ne ravno [Sembra non uguale](2009), Nes?etnoe mno¸estvo [Quantità innumerevole](2012). Suoi versi sono inoltre apparsinelle riviste “Smena”, “Literator”, “Literaturnoeobozrenie”, “Petropol’”, “SegoDnja”, “?ernovik”,“Deti-ra”, “Zinziver” e nei siti letterari “litkarta.ru”, “futurum-art.ru”. Ha curato varieantologie della poesia pietroburghese contemporanea.È stato insignito del premio N.Zabolockij. Ha partecipato a numerosi eventi dipoesia, tra cui i celebri festival moscoviti delverso libero russo.

Riferimenti Specifici

Opinioni

Scrivi la tua opinione

La maglietta rossa si è strappata

Il poeta russo Valerij Zemskich ha alle spalle una carriera poetica più che trentennale.Di libro in libro parla con sempre maggior sicurezza e precisione, sempre più su piani diversi.La forma poetica preferita è il verso libero. Sono testi ermetici, forse secchi, basati su un monologo interiore.È un verso col suo ritmo, particolare per ogni singola poesia. 

Scrivi la tua opinione

16 altri prodotti della stessa categoria: