Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Ok

Critica della ragione sufficiente

0 Review(s) 

Critica della ragione sufficiente è un titolo esplicito. Con il sotto titolo:«verso una nuova ontologia estetica». Uno spettro di riflessione sulla poesia contemporanea che punta ad una nuova ontologia, conciò volendo dire che ormai la poesia italiana è giunta ad una situazionedi stallo permanente dopo il quale non è in vista alcuna via di uscitada un epigonismo epocale che sembra non aver fine.

21,00 €
Nessuna tassa

100% secure payments
 

Politica sulla privacy

 

Spedizioni

 

Condizioni di vendita

Critica della ragione sufficiente è un titolo esplicito. Con il sotto titolo:«verso una nuova ontologia estetica». Uno spettro di riflessione sulla poesia contemporanea che punta ad una nuova ontologia, conciò volendo dire che ormai la poesia italiana è giunta ad una situazionedi stallo permanente dopo il quale non è in vista alcuna via di uscitada un epigonismo epocale che sembra non aver fine. I tempi sonotalmente limacciosi che dobbiamo ritornare a pensare le cose semplici,elementari, dobbiamo raddrizzare il pensiero che è andato disperso,frangere il pensiero dell’impensato, ritornare ad una «ragione sufficiente». Non dobbiamo farci illusioni però occorre approvvigionarsidi un programma minimo dal quale ripartire, una ragione critica sufficiente dell’oggi per l’oggi, dell’oggi per ieri e dell’oggi per domani,un nuovo empirismo critico. Ecco la ragione sufficiente per una «nuova ontologia estetica» della forma-poesia: un orientamentoverso il futuro, anche se esso ci appare altamente improbabile e nuvoloso,dato che il presente non è affatto certo.

 

L'autore
Giorgio Linguaglossa è nato a Istanbul nel 1949 e vive e Roma. In poesia ha pubblicato:Uccelli (1992), Paradiso (2000), La Belligeranza del Tramonto (2006),Blumenbilder - natura morta con fiori (2013), La filosofia del tè. Istruzioni sull’usodell’autenticità (2015). Ha diretto il quadrimestrale di letteratura «Poiesis» (1997-2005). Ha pubblicato due romanzi: Ponzio Pilato (2011) e 248 giorni (2016), oltre alibri di contemporaneistica e di critica letteraria, tra cui la monografia La poesia diAlfredo de Palchi e l’Antologia di poesia contemporanea Come è finita la guerra diTroia non ricordo. Nel 2015 esce a New York l’Antologia bilingue ital./ingl. ThreeStills in the Frame Selected Poems (1986-2014) con Chelsea Editions.

Riferimenti Specifici

Opinioni

Scrivi la tua opinione

Critica della ragione sufficiente

Critica della ragione sufficiente è un titolo esplicito. Con il sotto titolo:«verso una nuova ontologia estetica». Uno spettro di riflessione sulla poesia contemporanea che punta ad una nuova ontologia, conciò volendo dire che ormai la poesia italiana è giunta ad una situazionedi stallo permanente dopo il quale non è in vista alcuna via di uscitada un epigonismo epocale che sembra non aver fine.

Scrivi la tua opinione

16 altri prodotti della stessa categoria: