Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi. Acconsenta ai nostri cookie se continua ad utilizzare il nostro sito web.

Ok

L'Annunciazione

0 Review(s) 

Il testo si presenta in una duplice versione, dialetto napoletano (almeno parzialmente) e lingua italiana (a volte colta e a volte colloquiale). L’autore stesso chiarisce, in una breve introduzione, come la versione italiana non sia una pedissequa traduzione di quella napoletana, «perché contiene aggiunte, integrazioni e alcune “libertà” varie». Sulle differenze, pregi e difetti, delle due versioni parlerò più avanti, per adesso è necessaria una sinossi che restituisca sia la progettualità dell’autore, sia la ricchezza dei temi che il dramma coinvolge. 

5,00 €
Nessuna tassa

100% pagamenti sicuri
 

Politica sulla privacy

 

Spedizioni

 

Condizioni di vendita

Il pagamento in contrassegno è disponibile per i portatori di seguito indicati.

SDA

Il testo si presenta in una duplice versione, dialetto napoletano (almeno parzialmente) e lingua italiana (a volte colta e a volte colloquiale). L’autore stesso chiarisce, in una breve introduzione, come la versione italiana non sia una pedissequa traduzione di quella napoletana, «perché contiene aggiunte, integrazioni e alcune “libertà” varie». Sulle differenze, pregi e difetti, delle due versioni parlerò più avanti, per adesso è necessaria una sinossi che restituisca sia la progettualità dell’autore, sia la ricchezza dei temi che il dramma coinvolge. 

Il “format” di riferimento è, appunto, la neotestamentaria Annunciazione e l’imminenza della Natività. Il Salvatore è nel grembo della “nostra” Maria (Annamaria, nel testo) ma un’ecografia  ne svela l’aspetto mostruoso...

 

L'autore

Pasquale Faraco (Napoli, 1971) ha scritto e interpretato ’A mul-letta (premio Lama&Trama 2014) su un trans che non si ar-rende;  Questione  di  Centesimi (Premio  Corto  in  Palco  2017;pubblicato dalla rivista Perlascena e dal sito KLP) su un operaioFIAT; EatlianSrestaurant sulle stragi di Stato; Cronache della Dio-scarica sulla Terra dei Fuochi (ideale seguito de L’Annuncia-zione);  Fiori  Capovolti con  Francesco  Gentile  sulla  Shoah;L’uomo(s)connesso, una sorta di teatro di fantascienza, con Leo-nardo Bianconi. Ha esplorato i confini tra stand-up e teatro conPosto dunque esisto (sui pericoli di internet) e l’autofiction conSono nevrotico e ormai me ne vanto.Nel 2014 costituisce a Bologna con Paolo Schena e Dragan Mi-ladinovic il collettivo teatrale MaF – Massa a Fuoco, con cuimette in scena i suoi lavori.Dal 2017 collabora con Camere d’Aria, officina polivalente dellearti e dei mestieri, a Bologna, con cui ha organizzato rassegneteatrali e laboratori.

Riferimenti Specifici

Opinioni

Scrivi la tua opinione

L'Annunciazione

Il testo si presenta in una duplice versione, dialetto napoletano (almeno parzialmente) e lingua italiana (a volte colta e a volte colloquiale). L’autore stesso chiarisce, in una breve introduzione, come la versione italiana non sia una pedissequa traduzione di quella napoletana, «perché contiene aggiunte, integrazioni e alcune “libertà” varie». Sulle differenze, pregi e difetti, delle due versioni parlerò più avanti, per adesso è necessaria una sinossi che restituisca sia la progettualità dell’autore, sia la ricchezza dei temi che il dramma coinvolge. 

Scrivi la tua opinione

16 altri prodotti della stessa categoria: